sabato 10 febbraio 2018

Sig. Rolando Scrive a Mattarella: «Rinuncio a votare».

( In foto il Sig. Rolando S )
Questa sera stavo guardando " Dalla Vostra Parte ", più che altro lo visiono per farmi qualche risata.. Si parlava di Politica e da casa è partito un collegamento con un cittadino che abita a Follonica il sig.  Rolando S. pensionato di circa 80 anni, costretto a rimanere su una sedia a rotelle per presumo alcune patologie. Vi confesso che non amo:   «Io sto con... tizio, Caio sempronio ..ecc» che questa trasmissione ci ha abituato.. Ma quest'oggi ascoltando la storia di Rolando, mi ha molto commosso, una vita di lavoro onesto, una famiglia ed ora che è anziano pensionato, lo stato lo ha abbandonato a se stesso. Un pensione media che però non gli consente di badare a lui e a sua moglie. " Chi vive con una persona anziana o disabile,  mi capisce, sa che spesso il congiunto deve fare esami clinici, medicine ( più delle volte a pagamento), senza contare i soldi che servono per avere una signora che può badare alla persona anziana quando i figli lavorano. Il simpatico pensionato di Follonica a mio avviso, ha espresso il solo ed unico punto che oggi manca alla Politica Italiana.. Un queste settimane, tutti i vari partiti, il PD forse mi è sembrato l'unico sobrio in sciocchezze, ma da destra a sinistra, passando dai 5 stelle ho sentito, per dirla alla Fantozzi tante: « Cagate Pazzesche ». Invece, il Sig. Rolando ci ha dato con tanta umiltà un segnale forte.. Ha espresso quello che è anche il mio parare... " La Politica Italiana si è allontanata dal popolo sovrano " .

Un abbraccio al Sig, Rolando che è anche un po' il Nonno d'Italia. E che i nostri Rappresentanti Meditano profondamente sulle sue parole, sul suo gesto. 

An

Nessun commento:

Posta un commento